Una brevissima intervista rilasciata a Rock Center della NBC da parte del CEO Apple Tim Cook svela, anche se già se ne era sentito parlare, che molto presto un nuovo computer Mac verrà prodotto interamente negli USA, con un investimento di 100 milioni di dollari: non solo assemblaggio, dunque, ma anche utilizzo di componentistica realizzata completamente nel territorio statunitense.

 cook-mac-usa


 

Tim Cook, incalzato in una brevissima intervista alla NBC, durante il suo viaggio verso Washington, ove dovrà deporre circa la delicata questione delle tasse, è tornato in argomento apparecchi costruiti negli Stati Uniti e delocalizzazione, affermando che, con un investimento di circa 100 milioni di dollari, Apple è pronta alla intera produzione della nuova generazione di un Mac. La questione, in realtà, è piuttosto spinosa, considerando il fatto che il suo viaggio a Washington ha per oggetto proprio la produzione all’estero di Apple, e, conseguentemente, la presenza di conti di almeno 100 miliardi di dollari fuori dalla portata del governo Statunitense.

Tim Cook, oltre ad affermare che l’investimento sarà di circa 100 milioni di dollari per la realizzazione dei Mac negli USA, non si lascia andare oltre, affermando solamente che molto probabilmente le fabbriche saranno dislocate presso Arizona, Texas, Kentucky, Florida ed Illinois. Circa il computer prodotto, si vocifera che esso sarà il MacPro.

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: