Proprio così: la notizia destinata a far discutere in questi giorni è proprio quella secondo la quale Apple starebbe cercando una nuova figura per sostituire Tim Cook. L’attuale CEO della società californiana, infatti, sembrerebbe essere accusato di aver fatto scendere considerevolmente di valore le azioni Apple da quando si è insediato quale amministratore delegato della società.

 cook-sostituito-aapl


Ovviamente la notizia non è stata minimamente confermata, sebbene la testata che la riporta è piuttosto autorevole: è il Wall Street Journal, via Forbes, infatti, che ha dichiarato proprio oggi che fonti vicine ad Apple parlano di una possibile sostituzione dell’attuale CEO Tim Cook.

Cook si trova al comando di Apple dal mese di Ottobre 2011, ossia successivamente alle dimissioni di Steve Jobs, e, stando a quanto constantemente affermato, sarebbe proprio lui la causa del crollo del valore delle azioni Apple.

Fino a settembre 2012, infatti, le AAPL avevano un valore di mercato di 702 dollari, mentre, pochi giorni fa, ossia al 19 aprile 2013, il valore delle azioni in discorso è crollato a 390 dollari, perdendo, così, circa 290 miliardi di dollari complessivi.

Insomma, il calo è stato netto, ma, nonostante ciò, c’è ancora chi nutre fiducia nell’azienda californiana della mela morsicata. In particolare, infatti, la benevolenza dei suoi investitori è dovuta principalmente all’ampia disposnibilità di moneta presente nelle casse dell’azienda: circa 137 miliardi di dollari.

Non ci resta che attendere un comunicato ufficiale da parte di Apple sull’argomento.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: