Un diamante potrà essere per sempre, ma anche i telefoni Nokia non scherzano in quanto a durezza. I mobile dell’azienda finlandese sono rinomati per la loro solidità, ma la storia che segue ha davvero dell’incredibile. Un uomo svedese ha lasciato accidentalmente cadere il suo telefono in un lago circa tre mesi e mezzo fa. Recentemente ha ritrovato il suo Lumia 800 ed i risultati sono abbastanza vicini alle leggende sui Nokia tornati dagli inferi.

Lumia 800 Lake


Dopo aver perso il suo cellulare, Roger Nilsson è stato in grado di recuperarlo. Il primo terminale Windows Phone prodotto da Nokia, era sul fondo del lago, dove è rimasto per oltre tre mesi fino al recupero. Le sue condizioni? Stranamente buone, a parte essere completamente ricoperto di alghe.

Ecco cosa Roger sostiene sia successo dopo il recupero del terminale:

L’ho portato a casa ed ho iniziato a pulirlo come meglio potevo da conchiglie ed altre schifezze sul display, da una patina verde tutta intorno al telefono e da altre cose. L’ho lasciato asciugare su un termosifone e ho provato, per curiosità ad attaccare il cavo dell’alimentazione nella convinzione che non avrebbe funzionato o il caricabatterie sarebbe finito a pezzi.

Immaginate la mia sorpresa quando ho visto che si avviava come al solito! Tutto funziona come prima, la fotocamera è ottima e la batteria dura fino a due giorni e così via.

Non è la prima volta che scopriamo storie di terminali Nokia Highlander. Ricordiamo, ad esempio, un altro Lumia 800 che, agli inizi di aprile, è sopravvissuto ad una caduto in un lago ghiacciato!

VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: