Dopo mesi dalla presentazione ufficiale dell’atteso tablet di Microsoft, ecco finalmente arrivare le prime notizie relative ai prezzi di Surface Pro, il primo prodotto del genere proposto dalla casa di Redmond. Quando Microsoft ha svelato il suo nuovo tablet a giugno, aveva preannunciato che sarebbe stato presentato in due versioni, un modello base RT con processore ARM ed una versione Pro con la collaborazione di Intel.


La versione RT è stata ufficialmente proposta ad ottobre, nelle varianti da 32GB e 64GB rispettivamente al prezzo di $499 e di $699. Ecco arrivare nuove informazioni e dettagli molto attesi riguardanti la versione Pro del tablet Surface:

Vogliamo condividere oggi alcuni nuovi dettagli circa la famiglia in continua crescita dei prodotti Surface e di Surface Pro equipaggiato con Windows 8, soprattutto per quanto riguarda i prezzi. In gennaio Surface con Windows 8 Pro sarà disponibile in due versioni, ed i prezzi partiranno da $899.

La versione da 64GB standalone costerà $899

La versione 128 GB standalone costerà $999

Entrambe le versioni includeranno una Surface Pen con tecnologia Palm Block, ed includeranno la possibilità di usare una Touch Cover o Type Cover (vendute separatamente).

A questi prezzi il Surface Pro sembra essere più un netbook o un ultrabook piuttosto che un tablet, con l’unica eccezione che non viene equipaggiato con una tastiera (acquistabile a parte per $100) e la batteria ha solo 4 ore di autonomia.
Sicuramente uno dei punti di forza consiste nel processore Intel che concede di utilizzare contemporaneamente molte Windows app, rendendo Surface un prodotto efficiente per chi utilizza il device per giocare o lavorare.

Microsoft ha sicuramente bisogno di conferme riguardo i suoi nuovi progetti, visto che il Surface RT (presentato da oltre un mese sul mercato) ha ricevuto recensioni contrastanti e non sembra star vendendo granchè, tanto che Microsoft avrebbe drasticamente ridotto i suoi ordini di tablet e starebbe pensando ad un taglio dei prezzi.

 VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: