Trafficate spesso con le chiavi quando siete pieni di borse e pacchi della spesa nel cercare di aprire le vostre porte di casa con l’iPhone, oppure siete stanchi di non ricordare mai quale sia la chiave corretta e trafficata delle mezz’ore cercando quella giusta?Bene, sappiate che in futuro tutto questo sarà solo un brutto ricordo, grazie a UniKey. dovrete solo raggiungere con un dito libero la serratura della porta per toccarla,  e magicamente si aprirà. Nessuna chiave, PIN o password necessaria.

Unikey-app


Questo è UniKey, che si comporta come un normale blocco catenaccio, ma il suo sistema  di sblocco touch non ha nulla a che fare con il riconoscimento delle impronte digitali e può essere il modo in cui nel futuro apriremo tutte le serrature. La funzionalità di UniKey è molto più ampia di quella relativa ad altri sistemi di chiusura delle porte senza chiave che possiamo già trovare ora in commercio, e che di solito richiedono un PIN tastiera e/o ZigBee o Z-Wave come sistemi di automazione per l’accesso remoto. Invece, UniKey utilizza sensori di prossimità e Bluetooth 4.0 in combinazione con un app iOS.

Arrivando in prossimità della vostra porta di casa, viene creata una sorta di bolla di vicinanza, e senza prendere il telefono dalla borsa o in tasca, senza avviare l’applicazione UniKey, il vostro iPhone o iPad “colloquierà” con la serratura, che può poi essere sbloccata semplicemente toccandola. Ma in caso avete dimenticato il vostro dispositivo niente paura, essa funziona inoltre anche grazie ad un telecomando in grado di creare la stessa interazione in grado di far aprire le porte.

Unikey-app-2

Un altra funzionalità molto utile di  UniKey è la capacità dell’applicazione di inviare delle chiavi virtuali, che permettono di far accedere familiari o conoscenti utilizzabili  solo per particolari date e orari e tutte annullabili in qualsiasi momento.  Ma non è tutto, in caso di smarrimento o furto del telefono,  basta accedere al sito UniKey e bloccare le sue capacità di sblocco.

| via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: