Nella notte appena passata è successo un caso davvero curioso, molti siti presenti su internet, conosciuti e non, tra cui anche quelli della CNN, Huffington e Washington Post, sono stati oscurati da un misterioso problema che ha portato alla loro scomparsa da internet per qualche minuto. Successivamente si è scoperta quale sia stata la causa di questo problema e sopratutto chi ha provocato il tutto, ed a sorpresa non è stato nessun attacco hacker o tentativo di sabotaggio, ma bensì un bug generato da Facebook.

Facebook-non-mi-piace


Il noto social network di Mark Zuckerberg ha generato un bug che indirizzava i siti che contenevano un pulsante “mi piace” in maniera erronea, generando un messaggio d’errore nei propri browser.I siti accessibili erano accessibili solo da coloro che non erano momentaneamente collegati al social network Facebook, o che non avevano effettuato il log-in all’interno del browser utilizzato. Considerando che la maggior parte de siti interagisce con il famoso social o coi dati di login del nostro browser, potete ben immaginare quali siano state le conseguenze in termini di numero di siti che hanno avuto tale oscuramento.

Il bug è stato subito corretto dai tecnici del social network, ma quanto accaduto apre un punto interrogativo sulla dipendenza della rete internet in generale dai colossi di tale settore quali Google e Facebook.Voi vi siete accorti di questo bug nella nottata scorsa?Lasciateci un commento a riguardo.

| via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: