Siamo già a conoscenza del fatto che le ultime tendenze nel settore della tecnologia dei display vanno nel senso della realizzazione di schermi flessibili. L’università UCLA della California, infatti, ha creato un display che rappresenta il non plus ultra della flessibilità. Si tratta di uno schermo OLED che incorpora nanofili d’argento e che consente al display di essere elastico, pieghevole e super flessibile.

 display-flessibile-ucla


 

Diverse sono le aziende che stanno cimentandosi nella realizzazione di schermi pieghevoli che, pur dopo averli “stropicciati” tornino alla forma originale mantenendo la loro funzione. In particolare dall’università UCLA di Los Angeles, California, giunge la scoperta di un nuovo materiale, realizzato da elettrodi composti da nanofili praticamente invisibili all’occhio e racchiusi in un polimero di gomma, che consente al display OLED di esser ripiegato, arrotolato e allungato senza che lo stesso perda la sua forma originale e mantenendo sempre la sua illuminazione, il tutto a temperatura ambiente.

Afferma Qibing Pei, del gruppo degli studiosi dell’UCLA, che in un vicino futuro potranno essere utilizzati nei device di ogni giorno display sottili come fogli di carta e super flessibili.

L’ambito di applicazione di questi display ripiegabili e flessibili potrebbe essere rinvenuto nei device indossabili come gli smartwatch oppure in abbigliamento e vestiti composti in parte da schermi.

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: