In un laboratorio dell’università dello Stato dell’Iowa, il dottor Reza Montazami ha realizzato una invenzione davvero rivoluzionaria: dei dispositivi in grado di sciogliersi venendo a contatto con l’acqua. Anche se può suonare come una idea che non ha niente di positivo, pensate al caso in cui perdiate la vostra carta di credito e, con un solo goccia di acqua, essa potesse sciogliersi, o a un dispositivo medico impiantato che, una volta che non serve più, possa esser sciolto senza necessità di intervenire chirurgicamente.

 tecnologia-scioglie-acqua


Questa tecnologia, chiamata “transient electronics”, è stata realizzata dal dottor Reza Montazami nell’Università dello Stato dell’Iowa e, per mostrarne la capacità, il ricercatore ha realizzato una lampadina LED che, dopo esser stata leggermente bagnata, si scioglie del tutto. “Non ti aspetteresti che il tuo cellulare possa sciogliersi un giorno, vero?” afferma il professore resistenze, transistor, tutto si può dissolvere in questa maniera, senza lasciar traccia.

Il possibile impiego della transient electronics potrebbe essere molto vario: impiegato dalle forze militari per eliminare qualsiasi tecnologia che entri nelle mani dei nemici, uno smartphone o un tablet dopo che viene rubato o un apparecchio medico impiantato nel corpo umano che non serve più. Ovviamente questa tecnologia è ancora molto lontana, ma gli sviluppi possono essere davvero molto interessanti.

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: