Il mondo dei mezzi di trasporto ha subito anch’esso un influenza al miglioramento tecnologico in questi ultimi anni, ma un mezzo che è rimasto pressochè inalterato è quello delle biciclette. Ora molti penseranno che sia una violenza portare una maggiore tecnologia su una semplice bicicletta, ma se pensiamo a dove è arrivata la tecnologia oggi e ad esempio alle centinaia di migliaia di furti che vi sono ogni anno riguardante tale mezzo, ecco che un evoluzione di una bicicletta 2.0 potrebbe non essere poi così uno sconvolgimento drastico. Helios ha proposto un progetto di un nuovo manubrio tecnologico proposto su Kickstarter, che vedremo di seguito nel dettaglio, una sorta di bicicletta tecnologica.

Helios-bicicletta


Il manubrio Helios è in grado di rendere intelligente qualsiasi bicicletta, equipaggiato con un proiettore super-luminoso, ed un tracker GPS, permette di rendere il mezzo più sicuro, in qualunque posto voi siate. Esso può connettersi via Bluetooth allo smartphone, consentendo così di personalizzare la vostra esperienza in bicicletta. Dal telefono è possibile avere moltissime funzioni aggiuntive alla vostra bicicletta come impostare un tachimetro visivo che andrà a coordinarsi con dei segnali vicivi colorati rilasciati dalla bici stessa. Tali luci fungono anche da indicatori di direzione, e da classiche luci anteriori e posteriori. Grazie all’interazione con il proprio smartphone potrete anche localizzare la vostra bicicletta in caso di furto o in caso in cui l’avete posizionata in qualche luogo di cui non ricordate esattamente la localizzazione.

Helios-bicicletta-2

Helios-bicicletta-3

E la maggior parte delle caratteristiche delle luci del proiettore, sono derivate da una lampadina del CREE LED è in grado di emettere 500 lumen, cinque volte la luminosità della luce media delle classiche bicicletta. Il progetto Helios è ancora in lavorazione, ma si può prenotare un anticipo di questi manubri al prezzo di 200 dollari, più spese di spedizione.

| via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: