In molti associano l’utilizzo delle vernici come materiale utilizzati come principale scopo di fornire un rivestimento di colore a degli oggetti, ma con l’avanzamento della tecnologia stiamo scoprendo che le vernici posso servire anche ad altri utilizzi. Abbiamo infatti delle vernici che assorbono gli odori della camera, mentre la società londinese Bare Conductive Ltd. ha creato una vernice che conduce elettricità.

Bare-Paint


La vernice che risulta anche non tossica prende il nome di Bare Paint e si asciuga a temperatura ambiente, realizzata in parte da studenti del Royal College of Art, la pittura offre nuove funzionalità di utilizzo, da quello artistico alla pratica su svariati oggetti e campi. Pain Bare elettrizza veramente la pittura, ha una resistività superficiale di circa 55 ohm/quadrati a 50 micron di spessore dello strato.

Anche se risulta creata a base di acqua, il prodotto finale risulta impermeabile e può essere facilmente ulteriormente dipinto sopra di esso con della normale vernice, situazione molto utile in quanto la nuova scoperta Bare Paint risulta al momento disponibile solo nella colorazione nera. Vediamo nel dettaglio le parole del creatore di questo progetto:

“Le applicazioni si suddividono in due semplici classificazioni, di segnalazione e di alimentazione, la prima potrebbe includere utilizzando la pittura come un potenziometro, un interfacciamento con un micro-controllore, come un condotto in un circuito più grande o da un sensore capacitivo. Per quanto riguarda l’applicazione come alimentazione dovrebbe includere l’illuminazione LED o controllare piccoli altoparlanti, un utilizzo davvero innovativo e fuori dal comune.

| via

 


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: