Se Google sembra si stia interessando sempre di più all’idea di uno smartphone a blocchi, al contempo pare che anche un’altra azienda abbia in mente di realizzare un dispositivo modulare che, però, non sarebbe un telefono, bensì uno smartwatch. Nel Regno Unito, infatti, pare che una start-up abbia in mente di lanciare presto una campagna per la ricerca di fondi per la creazione di Blocks, il primo smartwatch modulare.

 

blocks-smartwatch-blocchi


L’idea dei dispositivi a blocchi è stata accolta con molto interesse da Google, la quale sembra propensa a lanciare entro poco tempo il suo smartphone a blocchi soprannominato Project ARA. Questo, in particolare, sarebbe un device nel quale ogni blocco rappresenta una feature che può essere cambiata a piacere dell’utente. Sulla base di questo concept, una azienda inglese ha progettato Blocks, uno smartwatch a blocchi ove il proprietario potrà intercambiare, secondo le proprie esigenze, i componenti come il processore, la batteria o il display.

I creatori di Blocks hanno affermato che erano molto indecisi su quali feature incorporare, e, proprio per questo, avrebbero pensato di creare un dispositivo a blocchi nel quale sarà l’utente a decidere quale aspetto del device potenziare.

Dovrebbe presto partire, stando all’azienda creatrice, una campagna per la ricerca dei fondi, per immetterlo in commercio entro il 2015. Il prezzo di Blocks dovrebbe partire dai 150$.

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: