Solitamente, chi passa ore e ore davanti un computer a giocare coi videogames è visto come tipo piuttosto infantile. Negli USA, ad esempio, i videogames sono visti come la causa di tanti problemi come l’aumento della violenza tra i ragazzi. Adesso, però, una nuova ricerca scientifica non solo smentisce tutto ciò, ma in più afferma che giocare con le console farebbe addirittura crescere le dimensioni del cervello!

 videogames-cervello


Lo studio è stato compiuto da una serie di ricercatori dell’Università Charitè Medicine St. Hedwing – Krankenhaus insieme all’istituto Maz Planck for Human Development, ed ha avuto ad oggetto proprio l’osservazione del cervello di diversi ragazzi che, sottopostosi ad un esperimento, hanno giocato per 30 minuti al giorno per due mesi. In particolare, i ragazzi, dell’età di 23 anni, hanno giocato a Super Mario 64 e, a seguito di ciò, gli scienziati ne hanno misurato la dimensione del cervello.

I risultati dell’esperimento sono stati davvero sorprendenti: il cervello è cresciuto in ben tre aree, che gestiscono in particolare la navigazione spaziale, la pianificazione strategica, la memoria e le performance motorie.

Insomma, se fino ad adesso gli accaniti giocatori di videogames sono stati oggetto di scherno e riguardati come persone poco interessate al mondo che li circonda, ora gli amanti di Mario Bros & Co. verranno visti sotto altri occhi!

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: