Da un’analisi compiuta dall’agenzia NPD è risultato, come già potevamo immaginarci, che negli Stati Uniti l’azienda che detiene la maggior parte della quota di mercato in tema di vendita di musica digitale è iTunes. Niente di nuovo sotto il sole, sembrerebbe. I dati che però fanno drizzare le orecchie sono quelli relativi ad Amazon: pare infatti che questa società stia acquisendo molto velocemente buone fette di mercato…

 itunes-amazon


La musica in digitale, si sa, negli Stati Uniti è dominio di Apple e del suo iTunes. Al momento, secondo l’ultimo report compiuto dall’agenzia NPD, la quota di mercato detenuta dallo store musicale di Cupertino è pari al 63%. Se a vederla così pare che non vi sia possibilità per alcun concorrente di abbattere un colosso del genere, vi sbagliate.

I dati riportati dalla società di analisi, infatti, hanno dimostrato che solo tre anni fa la quota Apple toccava il 66%, avendo perso, dunque, il 3% dal 2010 ad ora, ma, ancor più importante, è che solo tre anni fa, Amazon deteneva il 13% a fronte dell’attuale 22%. Insomma, pare che il produttore del Kindle Fire si stia facendo ben largo all’interno del settore della musica in digitale, potendo, teoricamente, minacciare anche lo store Apple.

Secondo NPD, inoltre, negli ultimi 3 anni gli americani che hanno acquistato almeno un brano nell’arco di un anno sono stati 44 milioni, ma, secondo l’autore dello studio, per gli utenti non è importante comprare musica, potendo ben usufruirne gratuitamente in streaming.

via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: