Siamo nel cuore di quella che potrebbe essere definita “la stagione del jailbreak“. Con il rilascio da parte di Apple del nuovo iPhone e iPod Touch, i maggiori cambiamenti introdotti da iOS 6 hanno scombussolato l’universo jailbreak. Molte le domande degli utenti sul prossimo jailbreak, cerchiamo di fare il punto della situazione sin ora.


iOS 6 può essere jailbroken? La risposta al momento è No. I nuovi device A5/A6 non possono essere modificati, mancano le bootrom per loro. Anche per i pochi device rimasti il risultato è ugualmente paralizzato: in pratica si dovrebbe od ogni restart ri-jailbreakare e installare manualmente Cydia .

Per i più avventurosi iPhone 3G, iPhone 4 iPod touch, possono essere jailbroken usando la Dev Team’s Red Sn0w utility presente qui: ma lo stesso Dev Team lo sconsiglia, trattandosi di una versione adatta solo agli sviluppatori.

Quando possiamo aspettarci una release ufficiale? Anche per questa domanda la risposta non c’è. Al momento ci sono alcune persone al lavoro, ma sicuramente non sarà come l’anno scorso (con una release ufficiale del jailbreak di iOS 5 circa tre mesi dopo il rilascio).

Per i vecchi dispositivi la previsione sembra migliore:  il jailbreak di iOS 6 è riuscito, bisogna solo aspettare una versione untether e che gli sviluppatori aggiornino i propri pacchetti Cydia rendendoli compatibili.

Ma anche per i dispositivi più recenti c’è qualche speranza: qualche settimana fa un gruppo di ricercatori olandesi ha hackerato iPhone 4S alla Pwn2Own competition ad Amsterdam usando un bug di Safari, affermando che la vulnerabilità non è stata risolta in iOS 6.

Non ci resta che attendere quindi, con la consapevolezza che per alcuni dispositivi il lavoro è giù in uno stadio avanzato, mentre per i più attuali bisognerà aspettare l’anno prossimo.

VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: