L’applicazione Mappe introdotta da apple sui dispositivi attraverso il rilascio di iOS 6 continua a far parlare di sè, dopo le polemiche dei mesi scorsi relativamente alla scarsità della prima versione rilasciata di tale applicativo, dopo aver visto i primi miglioramenti apportati da Apple a tale progetto, è arrivato nelle ultime ore un nuovo colpo di scena con il responsabile del progetto Richard Williamson che viene licenziato da Eddy Cue, vicepresidente dell’azienda californiana.

mappe-Apple


Apple ha manifestato da diverso tempo l’intenzione di creare un nuovo gruppo per la supervisione del progetto Mappe e complice anche l’ultimo riassettto dirigenziale che ha visto l’allontanamento anche di Scott Forstall è stata apportata un riassetto nel team che lavora a tale progetto. Apple sta lavorando infatti per risolvere i problemi con le immagini satellitari e problemi di etichettatura presenti all’interno del proprio servizio di mappatura.

Apple sembra stia consultando inoltre esperti esterni per migliorare tale applicativo Mappe, facendo affidamento sopratutto sull’esperienza in tale campo dell’azienda TomTom NV. Uno dei principali problemi riscontrati in questi primi mesi di utilizzo sono i POI che in molti casi propongono luoghi completamente errati. Sembra quindi che per tali dati si possa passare, come fornitore di servizi, da Yelp a TomTom per cercare di migliorare il sevizio offerto, grazie anche alla quantità di dati che quest’ultima riuscirebbe a fornire. Apple spera così di recuperare terreno rispetto ad altri servizi di mappe quali Google Maps e Here Maps di Nokia.

| via


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: