Tra i momenti più attesi della Build Developer Conference 2014, arriva la presentazione ufficiale dell’assistente vocale di Microsoft. Cortana, nome che rimanda chiaramente all’intelligenza artificiale del celebre gioco dell’azienda, Halo, l’assistente digitale è pronto a fare concorrenza a Siri e Google Now.

Microsoft-Cortana-Build-2014-000-1280x650


Basata sul motore di ricerca Bing, Cortana permette di svolgere una serie di attività complesse con il solo aiuto della voce e di creare, secondo quanto affermato da Joe Belfiore, una vera e propria relazione con l’utente fondata sul comportamento, sulle diverse domande e sugli interessi personali comunicati. Si tratta del punto di forza, ossia l’adattarsi all’utente poponendogli situazioni adeguate ai suoi interessi. Il sistema permette di tenere sotto controllo ogni attività presente sul proprio dispositivo (dai messaggi all’agenda passando per le impostazioni).

Cortana_Home_16x9_7E8C8AC9 Cortana_Collection_Travel03_16x9_4026C716

In Windows Phone 8.1 Cortana avrà una Live Tile dedicata sullo Start Screen o potrà essere rintracciata attraverso il pulsante di ricerca presente sul dispositivo che porterà ad una Cortana Home. Interagire con l’assistente vocale sarà possibile non solo con la voce ma anche attraverso la tastiera, per evitare di far emergere proprie informazioni in situazioni come meeting, incontri aziendali o altri eventi di gruppo. Se invece si parla a Cortana vocalmente, essa risponderà verbalmente e potrà intrattenere tranquillamente una conversazione.

Nel primo momento di interazione, Cortana rivolgerà all’utente diverse domande personali, come il nome, come pronunciarlo, interessi e così via. Tutto questo è rivolto ad implementare il lato “umano”, in modo che con le informazioni giuste Cortana possa proporre servizi personalizzati anche basati sulle email ricevute, il tempo atmosferico, le ultime notizie ed anche quelle relative al traffico una volta conosciuta la routine abituale, come il tragitto da casa a lavoro.

Per la creazione dell’assistente vocale, Microsoft ha interrogato dei veri assistenti personali, adottandone la tecnica, ossia quella di conservare interessi e preferenze dei capo in un diario. Anche Cortana  avrà il suo personale Cortana’s Notebook con le  informazioni che potranno essere gestite dall’utente. Per questo l’assistente vocale si interfaccia non solo con Bing ma anche con applicazioni di terze parti installate sul proprio terminale come Skype, Facebook e Twitter

Ecco Cortana in un video:

Cortana verrà lanciata a breve negli USA in versione beta mentre nella seconda metà del 2014 è previsto il lancio ufficiale sempre negli States, nel Regno Unito ed in Cina, mentre gli anni paesi dovranno attendere l’inizio del 2015.

 VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: