Nuova dichiarazione di guerra lanciata da Apple nei confronti del rivale da sempre, Samsung, il gioiellino della casa coreanna da poco immesso sul mercato europeo, il Samsung Galaxy S3, é l’oggetto di questa ennesima disputa…


Nello specifico l’oggetto della controversia é il nuovo assistente vocale introdotto da SamsungS Voice, che per la casa di Cupertino risulta essere una copia spudorata di Siri, l’assistente personale introdotto da Apple su iPhone 4S di cui, però, vogliamo sottolineare l’indisponibilità dopo più di 5 mesi della lingua italiana (quando era stato promesso entro marzo 2012…) al contrario di S Voice risulta disponibile in svariati lingue, tra cui l’italiano… (viene da pensare si sarà un clone ma é molto più avanti…)

Solita musica… secondo Apple, Samsung avrebbe violato tutta una serie di brevetti, in particolare 2 brevetti collegati proprio a Siri e quindi ha richiesto che venga imposto il blocco delle vendite nel mercato statunitense… se il ricorso venisse accettato sarebbe una vero danno economico sia per la casa coreana che per i gestori di telefonia mobile. Al momento Samsung ha preso tempo cercando di far scindere le dispuste in due questioni separate, Galaxy Nexus e Galaxy S III, in modo da poter cercare qualche scappatoia per impedire il blocco.

Niente si va avanti a suon di azioni legali invece che di innovazione… Apple probabilmente avrà anche ragione su questa questione ma dato che non ci sono stati aggiornamenti Siri di una certa rilevanza (se non solo l’introduzione del giapponese) e continua ad essere in versione beta, pensasse a portare il suo assistente personale ad una versione finale che possa soddisfare l’utente, penso farebbe passo più sensato… (opinione personale dell’autore assolutamente discutibile).


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: