Brutta vicenda per Foxconn, uno dei principali fornitori di Apple. L’azienda di Cupertino avrebbe infatti rispedito al mittente un numero imprecisato di iPhone (si parla di una cifra tra i 5 e gli 8 milioni di terminali) in quanto considerati difettosi e non conformi agli standard qualitativi richiesti.

foxconn feat


Attualmente non è ben chiaro di che tipi di vizi si trattasse e quali device ne fossero effettivamente affetti, i dettagli sulla situazione sarebbero alquanto abbozzati.Una fonte anonima interna allo staff di Foxconn ha raccontato a China Business che Apple il 15 marzo ha restituito fino ad 8 milioni di iPhone che presentavano malfunzionamenti e vizi di altro genere.

Con un costo di produzione parti a circa 200 dollari per dispositivo, la faccenda avrebbe provocato globalmente a Foxconn un danno di 1,6 miliardi di dollari che saranno necessari per coprire il rimpiazzo degli iPhone ritenuti difettosi. Secondo China Business si tratta di un’ulteriore brutta notizia per Foxconn, ma non sarebbe da ricomprendere tra i problemi finanziari aziendali di cui si è parlato di recente  (una caduta del 19% dei profitti annuali).

Nulla viene detto, inoltre, su quali modelli di iPhone non avrebbero superato il test di qualità di Apple. Potrebbe trattarsi sia di iPhone 5 che dell’ancorain vendita iPhone 4S, ma sicuramente un buco di mercato pari ad 8 milioni di device sarà avvertito come un rallentamento sia della catena di montaggio dei device Apple, sia per quanto riguarda le richieste degli utenti.

Probabilmente nei prossimi mesi sarà ben chiaro se si tratta di una falla nella fornitura dei modelli già presenti sul mercato o di un ritardo nella produzione e spedizione dei nuovi modelli del celebre melafonino che Apple avrebbe intenzione di presentare prossimamente.

VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: