Il nuovo connettore Lightning che ha debuttato sul nuovo iPhone 5, e sui nuovi iPod Touch e iPod nano, ha totalmente rinnovato la line up di cavi ed accessori, e ha portato Apple ad esercitare un controllo ancor più penetrante nell’ecosistema accessoristico dei suoi dispositivi.


iLounge, riporta come l’azienda di Cupertino abbia intenzione di adottare una politica ancor più stringente per quanto riguarda la sua polici MFi (Made For iPad/iPhone/iPod).  Il nuovo accordo dovrebbe essere approvato tra ottobre e novembre ed in pratica Apple dovrà specificamente controllare ed approvare la produzione di accessori per il connettore Lightning provenienti terze parti.

Molte fonti credibili hanno confermato ad iLounge che Apple ha effettuato significativi cambiamenti alla sua politica MFi  per tenere sotto controllo la produzione di accessori Lightning di terze parti.

Una fonte ha notato che Apple sta pianificando un “seminario MFi” nel quale si discuteranno i cambiamenti in programma e le regole da seguire nello sviluppo di accessori Lightning in futuro.

Sembra che il connettore Lightning progettato da Apple si sia rivelato alquanto complicato da copiare, riducendo il rischio a breve termine di cavi di collegamento di terze parti non autorizzati.

Ciò significa che per i produttori si prospetta un momento difficile per lo sviluppo e l’ingegneria legata al nuovo connettore di Apple (e svincolata da pagamenti all’azienda per l’utilizzo di tale tecnologia); probabile che l’azienda californiana faccia pagare un sovrapprezzo per i propri cavi ed adattatori, che sono stati muniti di appositi chip di autenticazione per evitare copie non conformi.

In soldoni: per vedere accessoristica di terze parti dovremo, di sicuro, aspettare ancora un bel po.

VIA


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+: